LA RESISTENZA E I PARTIGIANI

Questo post non vuole essere un’atto d’accusa o una mancanza di riconoscenza verso quegli uomini che hanno dato la vita per la nostra democrazia, ma una considerazione su quanto sia importante una giusta informazione.   Da tutto il mondo della sinistra si alza una sola voce: Piaccia o non piaccia, i partigiani sono stati fondamentali”, lo ha detto il presidente … Continua a leggere

IL RISPETTO DELLA SINISTRA

Il confronto politico, si sa, si arricchisce sempre di “colore” per necessità di bottega, altrimenti sarebbe difficile tenere unito il popolo militante; anche se molto spesso i contenuti degli interventi dei leader politici si ridimensionano quando si ritrovano lontani dalle telecamere e al sicuro dai microfoni. Nella normale dialettica politica questo sarebbe anche accettabile, almeno fino a quando le affermazioni non provocano scontri … Continua a leggere

A PROPOSITO DI GIORNALISTI E INFORMAZIONE

ROMA  21/4/2009    ARCHIVIATA L’INCHIESTA  BERLUSCONI – SACCA’ Silenzio.  Nel giorno in cui il gip di Roma archivia l’inchiesta su Silvio Berlusconi e Agostino Saccà, i giornali, il Pd e tutto il centrosinistra tacciono. E’ il dicembre del 2007 quando la sinistra, insieme agli amici che facevano opposizione al PDL plaude all’inchiesta de “l’Espresso” che rende pubblicii testi e gli audio delle intercettazioni telefoniche fra Berlusconi … Continua a leggere

IL MERCATO DELL’INFORMAZIONE

Certamente non ho mai condiviso la convergenza di opinione “a prescindere”, anzi ritengo che proprio la diversità di pensiero stimoli le discussioni e aiuti a trovare le soluzioni. Capisco che la gente abbia voglia di protestare e condivido il rammarico di tanti amici blogger che in segno di protesta verso un’informazione demagocica e di quartiere, suggeriscono l’allontanamento dai TG e dalla … Continua a leggere

IL MESTIERE DEGLI UOMINI

Mai come in questi ultimi anni lo scontro ideolgico nella politica, che poi si trasforma obbligatoriamente in Leggi, è stato dettato dalle competenze o per meglio dire incompetenze. Le distribuzioni delle “management” vengono fatte  in funzione delle appartenenze agli schieramenti politici, e non solo di governo, in quanto pratica comune anche nelle opposizioni; e questo per il fatto che le autonomie territoriali (Regioni, … Continua a leggere

OPERAZIONE “DURBAN 2”

Più che una Conferenza sul razzismo,  “Durban 2” assomiglia più a una operazione di conflitto strategico che a una Conferenza di pace. o a un’azione di polizia. Tutti (o quasi) conosciamo le posizioni degli Stati (sovrani) nei confronti della situazione politica mediorientale, e non è una sorpresa che quando l’Iran prende la parola nelle stanze dell’ONU, scatena disappunto fra i … Continua a leggere

COMUNISTI …. CHE GENTE!

Il futuro dell’Italia è affidato ai giovani. Questo è l’imperativo che viene imposto dai nostri tempi, e questo è il messaggio che effettivamente viene recepito dai nostri giovani; gli stessi giovani che formano il loro carattere e il loro pensiero osservando e metabolizzando gli atteggiamenti che esplodono dai mezzi di comunicazione. Ma questi giovani non sono “figli di se stessi”, … Continua a leggere

W LA RAI

Dalle mie parti si dice che: “Quando la volpe non arriva all’uva, dice che è acerba”. Questo mi pare sia l’atteggiamento di quei politici e di quei giornalisti che da alcuni giorni, passata l’emozione che a volte si annida persino nei loro animi, hanno ripreso a sviscerare il loro sentimento di avversione verso un Governo e verso i suoi rappresentanti che sta … Continua a leggere

E SE FOSSE……?

A volte ci sarebbe da domandarsi perchè gli uomini, e per quanto ci riguarda gli italiani, esprimono la loro esistenza con diffidenza, con cattiveria e con una buona dose di ignoranza, quando poi, in occasione di tragedie umane come quella che ha colpito l’Abruzzo, esprimono con la più assoluta naturalezza e spontaneità tutta la loro bontà. Io sono certo che tutte … Continua a leggere

VIVA L’ITALIA, L’ITALIA LIBERATA (L’Italia del valzer e l’Italia del caffè)

L’Italia attraversò gli anni che vanno dal 1918 al 1939 uno dei periodi più controversi della sua Storia; controversi perché è innegabile che ci sia stata la più importante opera di ricostruzione strutturale del Paese, con la costruzione di infrastrutture come ferrovie, strade, ponti, bonifiche di grandi territori impestati dalla malaria, distribuzione di terre ai contadini, costruzione di tantissime case … Continua a leggere