L’ITALIA CHE VOGLIAMO – Capitolo 1°

Ci sono di fatti che, se isolati dalla solita contrapposizione ideologica e sterilizzati da forme di isterismo di bottega, potrebbero essere considerati come un segno di maturità sociale, soprattutto quando si parla di integrazione e immigrazione, senza che ci sia un accordo su alcune certezze che a prima vista parrebbero condivise da buona parte degli italiani. Qualunque cittadino si aspetta che … Continua a leggere

DESTRA E SINISTRA (cose giuste e non giuste)

Immaginare di mantenere una divisione sociale per effetto dell’appartenenza all’ una o all’altra parte politica, dimostra quanto inutile sia stato il fatto che Dio abbia dotato l’uomo di intelligenza. Nella condizione in cui oggi la politica esprime le sue capacità e ambizioni, trovo sia priva di un senso logico la difesa ad oltranza di tutto quello che esce dalle rispettive segreterie di Partito e … Continua a leggere

IL CASO BATTISTI

Assistendo all’evoluzione del “caso Cesare Battisti” non posso fare a meno di alcune valutazioni relative al comportamento di quelli che dovrebbero essere considerati “Stati amici”.  La procedura che doveva avviare l’estradizione del pregiudicato Battisti è giuridicamente conclusa con la decisione della Corte di Giustizia brasiliana, che lo ha dichiarato “estradabile”. Ma la decisione finale spetta al Presidente del Brasile, nelle cui … Continua a leggere

GIORNALISTI….. CHE GENTE

Quali potrebbero essere i motivi per comprare un quotidiano? Forse non per leggere le notizie di cronaca, per quelle basta collegarsi con un PC sui siti che danno le ultime notizie. Fino a qualche tempo fa, la linea editoriale di un giornale era tracciata dal direttore della testata, che molto spesso rimarcava con un editoriale, ora tutto è vincolante alla linea politica della … Continua a leggere

GIU’ LA MASCHERA

Nun ta regghe più! Cantava questa canzone Rino Gaetano già negli anni 80, e se la prendeva con i leader politici di ogni schieramento, e nel testo di quella canzone si poteva leggere come la politica si intrecciava con i poteri forti dell’economia, accostando i nomi degli “intoccabili” con gli Agnelli, la Pirelli e il mondo del calcio ….. devo … Continua a leggere

ERA MEGLIO QUANDO ERA PEGGIO

PARTE  TERZA Per fotografare quella che è la situazione in Italia, non bisogna cercare fra le immagini che le Istituzioni ci offrono, che certamente non sono un buon esempio per il cittadino onesto, ma bisognerebbe per un certo tempo “svuotarsi” di tutti i preconcetti che sono derivati dalla simpatia per l’una  o per l’altra perte politica. Nello stato attuale si è creata una … Continua a leggere

E GLI ALTRI?

La sentenza della Corte Europea continua a far discutere, e questo mi ha spinto a fare ulteriori ricerche necessarie ad avere un quadro più chiaro sulle componenti che possono aver convinto quei giudici a decidere in questo senso. Il contenuto della sentenza consiste nel divieto “dell’obbligatorietà” dell’esposizione del crocifisso nelle aule scolastiche, (non ne chiede la rimozione coatta) essendo la … Continua a leggere

FIGLI DI UN DIO QUALUNQUE

Trovo di scarso valore intellettuale la discussione che da tempo si è aperta sui diritti alle libertà individuali, perché si dimentica troppo spesso di ciò che rappresenta una società.   Ma il fatto che mi lascia più perplesso e che le rivendicazioni dei diritti individuali sono diventate un cavallo di battaglia di chi questi diritti li ha sempre calpestati, e … Continua a leggere

LE INVASIONI ISLAMICHE

Era il 13 Agosto del 1480, e le acque di questa città, “la mia città”, furono occupate  da 16.000 turchi agli  ordini di Maometto II che, dopo aver razziato e occupato tutti i Balcani, e dopo aver occupato la penisola Iberica, pensò di “risalire” l’Europa partendo dall’Italia meridionale.     Sbarcò a Otranto perché quella città rappresentava “il ponte verso … Continua a leggere